Sono incinta. Cosa faccio?
Random header image... Refresh for more!

Calcolare i giorni fertili: il calendario d’ovulazione per rimanere incinta

È possibile aumentare le vostre probabilità di rimanere incinta se comprendete il processo di ovulazione e come si inserisce nel ciclo mestruale mensile. Durante ogni ciclo mestruale, il tessuto endometriale si addensa per preparare l’utero per una possibile gravidanza. Circa a metà del ciclo, si verifica l’ovulazione. L’ovulazione è il processo mediante il quale un ovaia produce e rilascia un ovulo. L’ovulo si sviluppa nell’ovaia in un piccolo sacco pieno di liquido chiamato un follicolo. Quando l’uovo è maturo il sacco si rompe, liberando l’ovulo dall’ovaia. L’ovulo viene quindi spostato verso le tube di Falloppio. Se l’ovulo viene fecondato da uno spermatozoo, si muove verso l’utero e si impianta nella parete uterina, dove cresce per nove mesi.

Se l’ovulo non viene fecondato durante l’ovulazione (cioè, se non c’è una gravidanza), il tessuto endometriale ispessito si rompe e passa, insieme con l’ovulo non fecondato, fuori della cervice, attraverso la vagina, e avviene la mestruazione.

L’ovulazione è quindi il tempo durante il ciclo mestruale quando si può rimanere incinta ed è regolato da un complesso sistema di secrezioni ormonali e chimici dalle ovaie, l’ipotalamo (parte del cervello), e la ghiandola pituitaria (la ghiandola che controlla la maggior parte secrezioni ormonali).

Ci sono diversi modi per calcolare i gironi fertili. Un modo per riconoscere quando l’ovulazione sta avvenendo è di prendere la vostra temperatura corporea con un termometro basale (un termometro speciale che mostrerà i cambiamenti anche lievi della temperatura corporea), di prima mattina. Nella maggior parte delle donne, la temperatura del corpo aumenta leggermente subito dopo l’ovulazione che si verifica ogni mese e non ritorna alla normalità fino a quando il flusso mestruale comincia. Questo è il momento ideale per una gravidanza. Alcune donne che sperano di rimanere incinta tengono traccia della loro temperatura su un calendario, fino a che possa emergere un modello con l’osservazione di diversi mesi.

Un altro modo per il calcolo de giorni fertili è quello di creare un calendario di ovulazione; Bisogna contare 14 giorni in avanti dal primo giorno dell’ultimo periodo mestruale in una media di 28 giorni del ciclo. O 15 giorni per un ciclo che è normalmente di 29 giorni, 16 giorni per un ciclo che è di norma 30 giorni, e così via. Tuttavia, questo metodo è meno preciso nel determinare il momento migliore per rimanere incinta rispetto al metodo termometro perché la lunghezza del ciclo mestruale può variare di mese in mese.

Alcune donne sentono crampi addominali durante l’ovulazione, e così hanno un ulteriore metodo per riconoscere il momento migliore del ciclo per cercare di rimanere incinta.

Uno spermatozoo che è stato rilasciato nella vagina fino a tre giorni prima del rilascio di un ovulo maturo può ancora fecondare. E un uovo, una volta rilasciato, è capace di essere fecondato per circa un giorno.

La creazione di un calendario di ovulazione per tenere traccia del proprio ciclo mensile vi aiuterà capire il tempo approssimativo in cui l’ovulazione si verifica. Con un buon tempismo e un po’ di pazienza, anche voi potete aumentare le vostre probabilità di rimanere incinta.



Questa informazione è unicamente a scopo informativo. Non è destinata a fornire consulenza medica. Gli autori di Incinta.org non si assumono la responsabilità delle eventuali conseguenze di un trattamento, procedura, esercizio fisico, modificazioni della dieta, l'azione o assunzione di farmaci che deriva dalla lettura o seguendo le informazioni contenuti in questo sito. La pubblicazione di queste informazioni non costituiscono la pratica della medicina, e queste informazioni non sostituiscono la consulenza del vostro medico o altro operatore sanitario. Prima di intraprendere qualsiasi trattamento, il lettore deve chiedere il parere del proprio medico o altro operatore sanitario.

0 commenti

Nessun commento

contribuisci all'articolo scrivendo il primo commento

Commenta